galleria italia

Gallerie d'Italia

 

Fondazione Cariplo e Intesa Sanpaolo unite nell’arte

Nasce il 3 novembre 2011, nel cuore di Milano, Gallerie d’Italia-Piazza Scala, polo museale frutto di una partnership nel segno dell’arte fra Intesa Sanpaolo e Fondazione Cariplo.
Il progetto milanese vede Fondazione Cariplo e Intesa Sanpaolo affiancate nella realizzazione di uno spazio espositivo ricavato in un complesso architettonico di straordinario pregio tra via Morone, via Manzoni e piazza della Scala.

Due palazzi storici affiancatii - palazzo Anguissola e all’adiacente palazzo Brentani, di proprietà di Intesa Sanpaolo - ospiteranno 197 opere dell’Ottocento italiano, in particolare lombardo, 135 di queste appartenenti alla collezioni d’arte della Fondazione Cariplo e 62 di quella  Intesa Sanpaolo.

Il percorso espositivo, curato da Fernando Mazzocca, proporrà un itinerario originale alla scoperta di una Milano ottocentesca, indiscussa capitale culturale, protagonista del Romanticismo e dell’industrializzazione, a confronto con movimenti artistici di altre regioni di Italia.

Le due istituzioni mettono a disposizione le opere più significative della rispettive collezioni al fine di realizzare un percorso museale di ampio respiro.
Fra i capolavori in mostra: tredici bassorilievi in gesso di Antonio Canova appartenuti al principe Abbondio Rezzonico; I due Foscari di Francesco Hayez; La confessione di Giuseppe Molteni; La battaglia della Cernaja di Gerolamo Induno; Interno del Duomo di Milano di Angelo Inganni; Veduta del Naviglio sul Ponte di San Marco di Giuseppe Canella; La raccolta dei bozzoli di Giovanni Segantini; Ritratto di Fattori nel suo studio di Giovanni Boldini; Non potendo aspettare di Telemaco Signorini; La leçon de chant di Federico Zandomeneghi; Sogno e realtà di Angelo Morbelli; La danza delle Ore di Gaetano Previati; quattro capolavori di Umberto Boccioni.

© Copyright 2017 by Fondazione Cariplo. Tutti i diritti riservati
Esclusivamente i contenuti della collezione online di artgate-cariplo.it sono disponibili secondo una licenza CC BY-SA