opere in mostra

Opere in mostra

 

Ashton Federico - Cascata del Toce in Valle Formazza

Ashton Federico   Cascata del Toce in Valle Formazza
Ashton Federico Cascata del Toce in Valle Formazza

FEDERICO ASHTON

(Milano, 1836 o 1840 - Valico del Sempione, Svizzera, 1904)
 

Cascata del Toce in Valle Formazza, 1885-1890
olio su tavola, 59,8 x 33,5 cm Verbania, Museo del Paesaggio
Esposizioni: 2003, Verbania, Federico Ashton pittore della montagna. Bibliografia: Federico Ashton 2003.

Lo spettacolo della cascata del Toce (una delle più alte d’Europa), che precipita da uno spalto di rocce scure tra folti di larici e abeti, era caro alla sensibilità romantica dell’Ottocento. De Saussure e Carducci ne avevano lasciato descrizioni ammirate e anche Wagner aveva voluto vederla. Nell’opera Ashton rafforza l’effetto verticale della cascata stringendo la composizione in un rettangolo e riducendo la cornice di verde che si allargava disordinatamente intorno al corso del fiume. La veduta dal basso rende più imponente il movimento delle acque, che racchiude la luce più intensa del dipinto, mentre i massi erratici in primo piano bloccano lo sguardo creando un argine visivo, non solo fisico. Di fronte alla maestosità della natura la figura dell’uomo, un pastore che pascola due mucche, risulta ancora più piccola, quasi invisibile. Ashton mescola qui la lezione romantica del suo maestro Alexander Calame, con cui aveva studiato in Svizzera, con quella realista di Fasanotti, di cui aveva seguito le lezioni a Brera. Ne risulta un paesaggio di evidente effetto spettacolare, che però non cerca la dimensione della grandiosità o del sublime, ma tende ad accenti più sobri e composti. Commuove, vedendo le opere del “pittore delle montagne”, come veniva chiamato, pensare che proprio le montagne gli saranno fatali. Morirà a sessantotto anni nel 1904 cadendo da un dirupo vicino al passo del Sempione.

Elena Pontiggia

© Copyright 2017 by Fondazione Cariplo. Tutti i diritti riservati
Esclusivamente i contenuti della collezione online di artgate-cariplo.it sono disponibili secondo una licenza CC BY-SA