opere in mostra

Opere in mostra

 

Tosi Arturo - Il piantone

Tosi Arturo   Il piantone
Tosi Arturo Il piantone

ARTURO TOSI

(Busto Arsizio, Varese, 1871 - Milano, 1956)
 

Piantone, 1935-1940
olio su tela, 70 x 90 cm Verbania, Museo del Paesaggio (deposito)
Esposizioni: 1972, Milano, Arturo Tosi; 1999, Brescia, Arturo Tosi. Bibliografi a: Valsecchi 1972, p. 54:Arturo Tosi 1999, p. 119; Pontiggia, Vinardi 2017, n. 26.

Negli anni trenta il segno delle opere di Tosi tende a diventare più libero e nervoso: rispetto al novecentismo del decennio precedente subentra un rinnovato naturalismo. La sintesi del disegno, però, rimane. In Piantone un grande albero dalle chiome che arrivano quasi a terra si traduce in un cilindro verde che grava su una sorta di semisfera, simile a una coppa rovesciata, mentre la sommità del quadro è percorsa da un movimento ondivago che fa da contrappunto alla forma convessa. Un analogo contrappunto è nei colori, dove lo scintillio rosso dei fi ori, il rosa dell’intonaco e la terra rosseggiante alla base dell’albero si oppongono al dilagare dei verdi. Il taglio fotografi co dell’immagine, e l’inquadratura ravvicinata che ce ne fa vedere solo una parte, rendono ancora più “astratta” la composizione. Piantone, tuttavia, è ispirato a un motivo concreto: un cedro del Libano che si trovava nel giardino della villa di Lina Alborghetti, sorella di Bice e cognata dell’artista. L’opera ha una storia espositiva relativamente recente: allo stato attuale delle ricerche risulta presente per la prima volta solo nell’antologica di Tosi tenuta a Milano nel 1972.

Elena Pontiggia

© Copyright 2017 by Fondazione Cariplo. Tutti i diritti riservati
Esclusivamente i contenuti della collezione online di artgate-cariplo.it sono disponibili secondo una licenza CC BY-SA