opere in mostra

Opere in mostra

 

Beppe Guzzi - Baracconi in periferia

Beppe Guzzi   Baracconi in periferia
Beppe Guzzi Baracconi in periferia

BEPPE GUZZI

(Genova, 1902 - Roma, 1982)
 

Baracconi in periferia, 1955
olio su tela, 70,4 x 94,8 cm, firmato e datato in basso a destra: “Beppe Guzzi / 955”; al verso sul telaio a pennarello: “BEPPE GUZZI ‘BARACCONI’ / VIA DEI GRECI 45 ROMA”; etichetta cartacea sul telaio in basso a sinistra, a biro: “PREMIATO”. Milano, Collezione Fondazione Cariplo, inv. AI00271AFC
Esposizioni: 1955-1956, Roma, VII Quadriennale, sala VII, n. 7.
Bibliografia: VII Quadriennale 1955, p. 37, n. 7; L. Lecci, in Le collezioni d’arte 2000, pp. 177-178, n. 156.

Firmato e datato 1955, il quadro figurava insieme con altre otto opere dell’artista alla VII Quadriennale Nazionale d’Arte di Roma, dove fu acquistato dalla Cassa di Risparmio delle Provincie Lombarde insieme con Cattedrale con suonatore di Franco Gentilini e Veduta serale del Poggio di Ardengo Soffici.
La presentazione in catalogo di Fortunato Bellonzi ripercorreva la vicenda di Guzzi a partire dai suoi esordi nel 1924, con la mostra allestita insieme a Lorenzo Viani presso la Bottega d’Arte di Livorno, fino agli anni recenti. Attratto dai soggetti più umili, il pittore si era dedicato inizialmente alla rappresentazione delle case contadine e dei quartieri popolari, in dipinti come Paese, esposto presso la Galleria dell’Esame a Milano nel 1927 e recensito sulle pagine di “Emporium”, o Paesaggio toscano grigio, presentato alla XVII Esposizione Internazionale d’Arte di Venezia del 1930. I volumi semplici e saldi e la composizione severa di queste prime prove ritornano identici nei dipinti della maturità che raffigurano le periferie contemporanee nella loro desolata solitudine, attraverso violenti accostamenti di colore puro.
Presente con continuità alla Biennale di Venezia dal 1928 al 1940, in seguito al trasferimento a Roma nel 1945, Guzzi si dedica all’esecuzione di dipinti di figura e nature morte, oltre a vedute cittadine, come Ponte sul Tevere (1948), Marina (1954-1955), Fiumicino (1955) esposti alla mostra personale allestita presso la Galleria Alibert nel 1956.

Elena Lissoni

© Copyright 2017 by Fondazione Cariplo. Tutti i diritti riservati
Esclusivamente i contenuti della collezione online di artgate-cariplo.it sono disponibili secondo una licenza CC BY-SA