opere in mostra

Opere in mostra

 

Vanessa Beecroft - VB48.951.49.PD.DR Palazzo Ducale, Genova

Vanessa Beecroft   VB48.951.49.PD.DR Palazzo Ducale, Genova
Vanessa Beecroft VB48.951.49.PD.DR Palazzo Ducale, Genova

VANESSA BEECROFT

(Genova, 1969)
 

VB48.951.49.PD.DR Palazzo Ducale, Genoa, 2001
c-print digitale, 50,8 x 76,2 cm edizione 5/6 Monza, Fondazione Luigi Rovati
Esposizioni: 2002, Milano, Vanessa Beecroft; 2003, Milano, Video d’Artista; 2003, Rivoli, Vanessa Beecroft; 2017, Roma, Love..
Bibliografia: Vanessa Beecroft 2003, pp. 18-20, 362, ill. p. 362- 385; Love 2016, pp. 244-245.

La fotografi a documenta la performance messa in scena il 3 luglio 2001 al Palazzo Ducale di Genova, in occasione del G8. La performance fa parte della serie VB, iniziata nel 1993 a Milano: si tratta di tableaux vivants composti da persone selezionate secondo criteri di somiglianza, che riguardano ad esempio caratteristiche fisiche, appartenenza a una categoria sociale o etnia. In VB48 trenta modelle sono posizionate in fi le e formano un quadrato. Sono magre, alte, uniformate nell’aspetto dal trucco nero che le ricopre interamente, dai sandali col tacco e dai costumi che le lasciano quasi nude. Beecroft inserisce spesso nelle performance elementi riconducibili al mondo della moda. Alcuni dettagli spezzano questa geometria: in prima fi la spicca una donna con la pelle non dipinta, in netto contrasto con le altre. La sala è oscurata, richiamando il nero con cui sono state truccate le modelle; i colori scuri e la poca luce sono ispirati alla pittura seicentesca, al Barocco e a Caravaggio. I riferimenti alla storia dell’arte ricorrono infatti nelle performance dell’artista. Le ragazze si mettono diritte in piedi. Con il passare delle ore però l’immobilità diventa faticosa e una dopo l’altra iniziano a muoversi, spostano il peso, si accovacciano, fi no a che tutte sono sedute o distese a terra. Per VB48 viene scelta la stessa sala in cui avrebbe avuto luogo l’incontro tra i capi di Stato. Durante l’intervista con la storica dell’arte Marcella Beccaria in occasione della mostra per i primi dieci anni delle sue performance, Beecroft racconta del suo desiderio di parlare della sua città natale, sia nella scelta del palazzo storico sede del G8, che nella scelta delle modelle. L’artista infatti seleziona ragazze dai tratti che ricordano le donne nigeriane che popolavano in gran numero le strade di Genova.

Monica Rocca

© Copyright 2017 by Fondazione Cariplo. Tutti i diritti riservati
Esclusivamente i contenuti della collezione online di artgate-cariplo.it sono disponibili secondo una licenza CC BY-SA