opere in mostra

Opere in mostra

 

Ludwig Valenta - Partita a scacchi

Ludwig Valenta   Partita a scacchi
Ludwig Valenta Partita a scacchi

LUDWIG VALENTA

(Vienna, 1882-1943)
 

Partita a scacchi, 1900-1915
olio su tela, 45,2 x 58 cm firmato in basso a destra: “L. Valenta” Milano, Collezione Fondazione Cariplo, inv. FCIP 0030
Bibliografia: S. Rebora, in Le collezioni d’arte 1999, pp. 341-342, n. 237.

Il dipinto proviene dalla collezione del dottor Milan Mihich, “medico specializzato alla Scuola di Vienna di otorinolaringolatria”, consulente del Vaticano e medico di Elena di Savoia. Costretto a lasciare Abbazia, in Istria, nel 1946, in seguito al trasferimento a Milano e a causa delle sue ristrettezze economiche egli propose in vendita alla Cassa di Risparmio tre dipinti di artisti di origine mitteleuropea: Episodio di genere di Ernest Freiesleben, Il frate in cucina di Hermann Kern e Partita a scacchi del misterioso Ludwig Valenta.

Di quest’ultimo non sono state rintracciate notizie biografiche sufficienti a ricostruirne la carriera artistica che, con ogni probabilità, si svolse a Vienna nella prima metà del Novecento, come confermerebbe la Veduta della cattedrale di Santo Stefano, recentemente transitata sul mercato antiquario. Autore di nature morte, interni di monasteri, scene di vita contemporanea e di ispirazione storica, Valenta si specializzò in una pittura di genere di piccolo formato, contraddistinta da un piacevole realismo descrittivo, in voga nella prima metà del secolo precedente. Ancora molto richiesto dal mercato, ma del tutto superato dalle nuove tendenze artistiche, questo repertorio di interni domestici dal tono intimo rientrava in un attardato gusto Biedermeier, celebrazione di quella società rispettosa dell’autorità e dell’ordine costituito nata dal Congresso di Vienna.

Rientra in questa produzione anche il tema della partita a scacchi che Valenta interpreta in diverse varianti, quale piacevole attività di intrattenimento, nonché rito sociale per la borghesia dell’epoca. Nella versione in mostra tre anziani giocatori sono riuniti attorno alla scacchiera, in un salotto arredato con mobili solidi e sobri, vasi, orologi, quadri sacri e di paesaggio, che conferiscono all’ambiente un’atmosfera familiare e confortevole, destinata a breve a essere travolta dall’avvento del primo conflitto mondiale.

Elena Lissoni

© Copyright 2017 by Fondazione Cariplo. Tutti i diritti riservati
Esclusivamente i contenuti della collezione online di artgate-cariplo.it sono disponibili secondo una licenza CC BY-SA