opere in mostra

Opere in mostra

 

Francesco Albotto - Veduta del campo e delle porte dell'Arsenale

Veduta del campo e delle porte dell’Arsenale
Veduta del campo e delle porte dell’Arsenale

FRANCESCO ALBOTTO

(Venezia, 1721-1757)
 

Veduta del campo e delle porte dell’Arsenale, 1742-1750
olio su tela, 44 × 59 cm Milano, Collezione Fondazione Cariplo, inv. AF01231AFC
Bibliografia: L. Salvadori Rizzi, in Le collezioni d’arte 1998, pp. 323-325, n. 176, ill.

Nella collezione di Caterina Marcenaro l’opera era riferita al Canaletto; nell’ambito delle verifiche svolte in occasione dell’acquisizione da parte di Cariplo, Federico Zeri indicò in Michele Marieschi l’autore della teletta. Effettivamente i legami con l’artista veneziano appaiono stringenti: in particolare esiste una veduta del Campo dell’Arsenale (collezione privata), di misure maggiori rispetto alla nostra, pubblicata da Pedrocco come Marieschi (Montecuccoli degli Erri, Pedrocco 1999, p. 308) di impronta pressoché identica, con l’unica variante delle impalcature appoggiate al tetto dell’Arsenale, all’estrema sinistra del dipinto, assenti nella versione della Fondazione, oltre che per la disposizione delle figurette. Una incisione sempre di Marieschi del 1741 ripropone l’identico soggetto. D’altra parte un esame attento porta a evidenziare come il dipinto in esame presenti una fattura ordinaria, che affida la costruzione della scena più al disegno che alla luce, pur non mancando di una correttezza di impostazione della veduta, che lo rende comunque piacevole. È quindi corretto il riferimento a Francesco Albotto, già proposto da Lea Salvadori Rizzi nel volume dedicato alla parte antica della collezione; di Marieschi Francesco Albotto fu allievo ed erede, avendone sposato la vedova dopo la morte del maestro nel 1743. Di fatto non esiste cesura fra i due artisti, e si può dire che il secondo continuò a proporre gli stessi modelli e soggetti del primo, con una produzione però più stanca e meno originale: si vedano, a titolo di esempio, le due vedute delle Collezioni di Banca Intesa Sanpaolo (invv. A.A-00048A-C/IS e A.A-00049A-C/IS). La realizzazione dell’opera potrebbe collocarsi dopo la morte di Marieschi, e comunque senz’altro successivamente al 1741, quando, come abbiamo detto, venne pubblicata la raccolta di incisioni che contiene la veduta del Campo dell’Arsenale.

Domenico Sedini

© Copyright 2017 by Fondazione Cariplo. Tutti i diritti riservati
Esclusivamente i contenuti della collezione online di artgate-cariplo.it sono disponibili secondo una licenza CC BY-SA