opere in mostra

Opere in mostra

 

Ilario Giacinto Mercanti (detto lo Spolverini) – Conversione di Saulo

Ilario Giacinto Mercanti (detto lo Spolverini) – Conversione di Saulo
Ilario Giacinto Mercanti (detto lo Spolverini) – Conversione di Saulo

Ilario Giacinto Mercanti (detto lo Spolverini)

(Parma, 1657 - 1734)
 

Conversione di Saulo, 1710-1720
olio su tela, 92 x 132 cm
Milano, Collezione Cariplo, inv. AF02082AFC


L’opera entrò in Collezione Cariplo, proveniente dalla Collezione dell’Istituto Bancario Italiano (IBI), con l’attribuzione allo Spolverini; il riferimento all’artista emiliano operante tra Sei e Settecento è confermato nella scheda sull’opera nella pubblicazione dedicata alla parte antica della raccolta e trova validi riscontri nella produzione della maturità: più specificatamente si rimanda alla serie di dipinti realizzati a Piacenza in occasione delle nozze tra Elisabetta Farnese e il re di Spagna Filippo V. L’opera, che si discosta dalla produzione più conosciuta dello Spolverini, ricercato pittore di battaglie sulle orme del suo maestro Francesco Monti, il Brescianino, pare avvicinarsi ai modelli del Tempesta, in particolare per quanto riguarda la collocazione dell’episodio sacro all’interno di una visione di paesaggio notturno ampio e rigoglioso, illuminato dall’apparizione del Cristo che squarcia le nubi; la tavolozza ricca di sfumature confermerebbe tra l’altro una realizzazione senz’altro successiva al soggiorno veneziano dall’artista, avvenuto tra il 1688 e il 1689. Una significativa convergenza è costituita dal dipinto che raffigura Il Popolo ebreo condotto da Mosè e Aronne per la reggia di Colorno nei primi anni del terzo decennio del Settecento, soprattutto nella resa dello sfondo caratterizzato dalle differenti tonalità azzurre dei monti e delle nubi. Al centro del dipinto si erge il cavallo bianco da cui san Paolo è stato sbalzato, quasi una firma da parte di Spolverini, che caratterizza spesso le sue opere con questo elegante dettaglio: si prenda ad esempio la Scena di battaglia conservata nelle collezioni della Banca Popolare dell’Emilia Romagna.
Mario Marubbi

© Copyright 2017 by Fondazione Cariplo. Tutti i diritti riservati
Esclusivamente i contenuti della collezione online di artgate-cariplo.it sono disponibili secondo una licenza CC BY-SA