opere in mostra

Opere in mostra

 

Focosi, Una mendicante

9 FCIP 0033
9 FCIP 0033

ALESSANDRO FOCOSI

(Milano, 1836-1869)
 

Una mendicante, 1863
olio su tela, 88,5 x 69,6 cm firma apocrifa in basso a sinistra: “D. Induno”
Milano, Collezione Fondazione Cariplo, inv. FCIP 0033


L’attribuzione tradizionale dell’opera a Domenico Induno - suffragata dalla presenza di due firme (sul recto e sul telaio) e da una perizia di Giorgio Nicodemi - è stata oggetto di una revisione critica da parte di Sergio Rebora, che ha proposto di identificare la tela con Una mendicante, presentata da Alessandro Focosi all’Esposizione di Belle Arti di Brera nel 1863. In quell’occasione il nome dell’autore fu riportato erroneamente sul catalogo come Augusto. Una giovane donna, accompagnata da un fanciullo e con un bimbo fra le braccia, è seduta all’ingresso di una chiesa e stende la mano per ricevere l’elemosina dalla nobildonna che procede dallo spazio buio della navata, dove si intravedono una religiosa e un bambino. Eseguita al rientro dal viaggio di studio dell’artista tra Firenze, Roma e Torino, l’opera è costruita assecondando i dettami accademici e rivela alcuni debiti formali dalla lezione purista di Luigi Mussini, seppure mostri qualche ingenuità prospettica e anatomica, rispettivamente nel portone della chiesa e nelle braccia dei personaggi, allungate in modo innaturale. Il sentimento di commozione e di pietà che Focosi intende restituire in un’accezione religiosa è affidato a pochi dettagli descrittivi (la scarpina per terra in primo piano, la stampella abbandonata accanto al cesto, le vesti logore, l’ombra della croce che sovrasta la scena) senza raggiungere una sincera e partecipata rappresentazione del vero. Il dipinto rappresenta un soggetto inusuale all’interno della serie di temi storici abitualmente svolti dall’artista, e si inserisce nella fortunata produzione di una pittura di genere animata da intenti moraleggianti, sviluppata a Milano da Giuseppe Molteni negli anni trenta. Un genere pittorico che, al momento dell’esecuzione dell’opera, era già stato rinnovato da Domenico Induno attraverso una veritiera analisi del reale e un’attenzione al quotidiano di tono intimista, come ben documenta L’artista nomade, anch’esso nella Collezione d’arte di Fondazione Cariplo.
Elena Lissoni

© Copyright 2017 by Fondazione Cariplo. Tutti i diritti riservati
Esclusivamente i contenuti della collezione online di artgate-cariplo.it sono disponibili secondo una licenza CC BY-SA