opere in mostra

Opere in mostra

 

Sartorio, L’aratura di novembre

27 AH01736AFC
27 AH01736AFC

GIULIO ARISTIDE SARTO RIO

(Roma, 1860-1932)
 

L’aratura di novembre, 1914
tempera su cartone, 57,5 x 77 cm firmato e datato in basso a sinistra: “G. A. Sartorio. Roma. 1914”
Milano, Collezione Fondazione Cariplo, inv. AH01736AFC


L’opera rappresenta l’aratura di un campo leggermente scosceso. Sotto gli occhi di un fattore a cavallo, alcuni buoi dal manto bianco e grigio solcano la terra su cui cresce una sterpaglia alta, guidati da due contadini con la pelle scottata dal sole. Il dipinto, con altre ottanta tempere, fu esposto alla rassegna individuale dal titolo La campagna romana che la XI Esposizione Internazionale d’Arte della città di Venezia dedicò a Giulio Aristide Sartorio nel 1914. L’artista era reduce da una stagione di successi culminata con la commissione per Fregio del Parlamento a Palazzo Montecitorio a Roma. L’esposizione catalizzò l’attenzione della critica e del pubblico: il soggetto era molto apprezzato poiché mostrava una parte della penisola italiana che sembrava vivere in una dimensione antica e immutabile, la stessa atmosfera che emergeva dalle opere dei pittori e dei fotografi della campagna romana che avevano percorso in lungo e in largo quegli ambienti. In questo corpus di tempere, tra cui Sull’isola sacra (1908- 1913) ora alla Galleria d’Arte Moderna del Civico Museo Revoltella di Trieste, Sartorio non dipinge la realtà di un territorio povero e arretrato, sottoposto in quegli anni a importanti operazioni di bonifica; preferisce trasmettere il senso di una civiltà che vive a contatto della natura, in qualche modo nobilitata dai resti dell’antica Roma che emergevano tra i rovi. L’artista si era già dedicato al tema nel 1894, in occasione della mostra indetta dalla Società “In Arte Libertas” di Roma dove aveva esposto una serie di pastelli raffiguranti scorci della stessa campagna.
Antonella Crippa

© Copyright 2017 by Fondazione Cariplo. Tutti i diritti riservati
Esclusivamente i contenuti della collezione online di artgate-cariplo.it sono disponibili secondo una licenza CC BY-SA